Vigoressia: quando la forma fisica da passione diventa una vera ossessione

La vigoressia, o bigoressia (dall’inglese “big”, grosso), è un disturbo psicologico che si può classificare all’interno dei nuovi disturbi alimentari ed è caratterizzata dall’ossessiva ricerca del corpo perfetto.

Il vigoressico pensa continuamente al fitness, al suo corpo ed alla sua immagine, all’alimentazione. Frequenta palestre e centri sportivi in modo compulsivo, non come un’abitudine per divertirsi, scaricarsi o mantenersi in forma, ma come una vera fissazione che origina continuamente stress insoddisfazione e malessere. E’ terrorizzato dal perdere i muscoli che si è costruito con tanti sacrifici e dal notare qualche eventuale cedimento fisico.

Questo disagio, di recente scoperta nell’ambito della psicologia, viene chiamato anche “Complesso di Adone”, dal nome del personaggio della mitologia greca che rappresenta l’idea della bellezza maschile, intesa come perfezione fisica nelle forma estetica. La vigoressia viene definita anche come “Dismorfia Muscolare” o piuttosto “Anoressia Inversa”.

Infatti, anche i vigoressici soffrono di una percezione distorta del loro corpo ma, al contrario di chi è affetto da anoressia nervosa, che si vede sempre troppo grasso e/o pesante, essi si percepiscono flaccidi, poco tonici o minuti, mentre in realtà posseggono fisici muscolosi ed ipertrofici.

La bigoressia è particolarmente diffusa nella popolazione maschile, tuttavia secondo le indagini statistiche più recenti, starebbe prendendo sempre più piede anche tra le donne. La fascia di età certamente più colpita è quella dei 25 ai 35 anni, seguita da quella tra i 18 e i 24, ma non manca una crescente fetta di persone più adulte, anche over 40, che consapevoli del tempo che passa, e spinte dall’idea di riconquistare la propria giovinezza attraverso l’allenamento, si lasciano gradualmente attrarre da allenamenti sempre più duri e frequenti, alimentazione sempre più rigida, sino a trovarsi vittima della vigoressia.

Questa forma patologica è stata fortemente influenzata da una società sempre più competitiva e performante anche da un punto di vista fisico. Questo comportamento evolve spesso in un disturbo ossessivo-compulsivo appartenente alla categoria delle dismorfofobie. E si accompagna spesso a depressione.

I soggetti affetti da Vigoressia hanno un rapporto maniacale con lo specchio: si osservano in continuazione paragonando il proprio fisico con quello degli altri e avendo sempre la sensazione di avere una muscolatura sotto la media nonostante tutti i propri sforzi. Provano stress o ansia se non portano a termine i loro rituali: seguire gli allenamenti in palestra o fare i numerosi pasti proteici. Assumono farmaci per aumentare la massa muscolare che possono rivelarsi tossici per l’organismo. Dedicano la maggior parte del tempo a soddisfare questa loro ossessione, non dando importanza al resto della propria vita: trascurano il lavoro, gli studi, la famiglia e le relazioni sociali, pensando solo ad allenarsi e rischiano di isolarsi sempre di più.

Il soggetto affetto da Vigoressia può:

1. mettere a rischio la propria salute fisica: l’abuso di steroidi anabolizzanti, comune tra i vigoressici, può avere effetti devastanti sul sistema cardiocircolatorio, portare all’atrofizzazione dei testicoli e a forme di psicosi, mentre le diete iperproteiche possono danneggiare i reni.

2. avere una cattiva qualità di vita, spesso tutta dedicata alla questa ossessione è incorrere in disturbi psicologici secondari come la depressione: l’ossessiva cura del corpo può sfociare nell’isolamento sociale, che a sua volta può innescare la depressione e l’incremento di pensieri suicidari

3. mettere a dura prova anche le proprie finanze in quanto anche l’investimento economico per raggiungere il tanto agognato fisico perfetto solitamente è sproporzionato.

Valdor Segato

Di pochi giorni fa la notizia della morte del brasiliano Valdir Segato, 55 anni, star su TikTok con un milione e mezzo di follower, muscoli esplosivi messi in bella mostra per i tanti fan desiderosi di partecipare alla sua evoluzione fisica. L’uomo ha pensato bene di assumere una miscela di olio, lidocaina e alcol benzilico contro il parere di qualsiasi medico avesse consultato. Proprio al fine di migliorare le curve su bicipiti e quadricipiti. 

I pesi e le molte ore di palestra non gli bastavano più ed ecco la virata verso la scelta fatale. Pagata con la vita.

È morto nel giorno del suo compleanno, il 55esimo. Si era da qualche tempo trasferito a Ribeirao Preto, a 300 km da San Paolo, dove era nato e cresciuto. Lì si allenava e assumeva ciò che gli avrebbe stroncato l’esistenza.

Sui social lo chiamavano Hulk, Schwarzenegger o He-Man. E lui diceva:

«Questo mi soddisfa. Ho raddoppiato le dimensioni dei miei bicipiti, ma voglio comunque essere più grande».

E parlava anche delle ammonizioni ricevute più volte dai dottori:

«I medici — spiegava in un’intervista al Daily Mail — mi hanno più volte consigliato di smettere di usare quelle sostanze, ma è una mia decisione… lo faccio perché mi piace».

Gli piaceva troppo. Ed è finita nel peggiore dei modi.

Ma la bellezza esteriore è davvero così importante? La ricerca del corpo perfetto vale il rischio di perdere la vita??

Io dico no! Per carità l’aspettò esteriore ha la sua importanza, ma è solo la punta dell’ iceberg. Il vero valore delle persone è sempre nella loro essenza, nei loro valori e nel loro modo di trattare gli altri. Sta nel nostro comportamento, in tutto ciò che dà forma alla nostra personalità. Se siamo capaci di renderci conto che ciò che conta è dentro di noi, potremo finalmente abbandonare quella dipendenza dal “voler piacere” a tutti i costi, dalla ricerca dei complimenti e dall’ossessione per essere belli.

Una tantum
Mensile
Annuale

Contribuisci a tenere in vita questo blog, fai una donazione.

Donazione mensile

Donazione annuale

Scegli un importo

$5.00
$15.00
$100.00
$5.00
$15.00
$100.00
$5.00
$15.00
$100.00

O inserisci un importo personalizzato

$

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: